Fino al 3 dicembre si può sostenere la Lila con sms e chiamate solidali al 45517. Obiettivo della campagna è la diffusione del test rapido per Hiv. Una persona su quattro con infezione da Hiv nel nostro Paese non è a conoscenza del proprio stato di positività, secondo i dati dell’Istituto Superiore di Sanità, infatti, oltre la metà delle diagnosi avviene in una fase molto avanzata dell’infezione, in Sardegna avviene nel 53,5% dei casi.
Una diagnosi tardiva può infatti compromettere sia l’efficacia delle terapie che il contenimento dell’infezione. Ma oggi grazie ai test rapidi per l’Hiv sapere può essere davvero molto semplice e immediato. Il test può essere condotto anche su fluido orale, al di fuori dei presidi sanitari, e dà un esito attendibile nell’arco di poche decine di minuti. Lila Cagliari, proprio grazie al finanziamento della scorsa campagna di raccolta fondi sta offrendo gratuitamente questo servizio in occasione dell’European Hiv Testing Week, dal 18 al 25 novembre.

Con i fondi raccolti Lila potrà proseguire a informare i cittadini e incoraggiare l’accesso al test, rendere disponibile gratuitamente il test rapido presso le proprie sedi locali e formare i volontari sulle procedure di somministrazione in modo tale che possa essere effettuato anche in orario serale o durante il week-end.

Per questa iniziativa LILA può contare sul sostegno della testimonial Nina Zilli che ha prestato la sua immagine per la campagna di comunicazione.